FoSpain

Enogastronomia Spagna

La promozione all’estero vista sui social. Un confronto tra Ice Agenzia Italia, Icex Spagna e Business France

La promozione all’estero vista sui social. Un confronto tra Ice Agenzia Italia, Icex Spagna e Business France.

 

Favorire nell’era social l’esportazione e l’internazionalizzazione delle imprese abbinando la comunicazione istituzionale e corporativa delle agenzie governative con le nuove opportunità offerte dalla presenza e dalla gestione dei social network.

Come utilizzano o stanno utilizzando i social le agenzie governative?

Sorprende il caso dell’Ice Agenzia Italia. Non vi è traccia nella pagina web ufficiale della presenza di icone sociali che rimandano a una gestione della comunicazione attraverso i social network. E’sempre più difficile che governi, associazioni no profit, imprese non siano implicati on line in una qualche forma circa le opportunità di marketing che derivano dalla gestione e pianificazione degli strumenti social. E’ altresì vero che molte delle agenzie governative lentamente vanno implementando i social media e su come un loro utilizzo possa aiutare a perseguire i propri obiettivi, e integrarsi nelle azioni di diffusione delle informazioni.

Non è il caso dell’Icex Spagna e di Business France che, nonostante dispongano di migliaia di followers sui diversi profili sociali, aumentano la presenza e implementano nuovi canali social sempre aggiornati, con profili business verificati quali Facebook, Twitter, Google+, Linkedin, Slideshare, Xing, Instagram, Youtube.

Di seguito le immagini con il confronto delle home page ufficiali delle agenzie governative in relazione alla inclusione delle icone sociali.

Sorprende e non poco, come anticipato in precedenza, che l’Ice Agenzia Italia, nella sua pagina web ufficiale, risulti priva delle icone che rimandano ai principali canali sociali. E’ sufficiente fare una ricerca sui diversi social network per rendersene conto. Al contrario, l’agenzia spagnola e quella francese hanno scommesso sull’importanza strategica delle nuove tecnologie che il web 2.0 offre, con l’obiettivo di ridurre le distanze e stabilire una comunicazione immediata con i propri clienti.

Reti e piattaforme sociali come strumenti di marketing low-cost che aumentano le connessioni e il raggio di azione delle informazioni, secondo i bisogni e le modalità in cui le imprese e i cittadini desiderano ottenerle.

E’ noto che buona parte degli utenti di internet dedicano la maggior parte del tempo sui social network. Un trend che ha portato a una trasformazione della comunicazione e dei modi di diffusione e di consumo delle informazioni.

Imprese, governi, banche, giornali, cittadini e consumatori sono tutti lì presenti sui canali sociali. Una rivoluzione digitale che grazie ai dispositivi mobili (smartphone) permette di stare connessi sui social network in qualsiasi momento, in qualsiasi parte del mondo, attraverso app come Facebook, Twitter, Whatsapp, Linkedin etc., e di consultare e informarsi su tutto ciò che quotidianamente viene condiviso, in tempo reale, al punto da considerare i social come fonte di informazione preferita.

Ecco una serie di vantaggi che le agenzie governative possono beneficiare dall’utilizzo dei social network.

 

  1. Migliorare la qualità dei servizi offerti e l’esperienza utente.

Le agenzie possono migliorare le proprie strategie di social media attraverso l’identificazione dei feedback ricevuti dagli utenti. Non esiste un modello di strategia di social media valido per tutte le piattaforme in quanto le agenzie perseguono scopi e obiettivi differenti. Importante è accettare e riconoscere tutti i feedback, anche quelli negativi, al fine di migliorare l’erogazione dei servizi offerti e quindi una migliore percezione del brand agency. Interagire, comunicare direttamente con gli utenti e soddisfare le richieste, i bisogni e le aspettative, può aumentare l’esperienza e generare opinioni positive (consumer sentiment) che possono essere condivise in altre community, blog o reti.

  1. Raccogliere dati in tempo reale.

Possibilità di monitorare e archiviare (Custumer Relationship Management) i dati che si generano attraverso le interazioni e le condivisioni sui vari social network. Raggruppare i dati per tipologia di utenti e classificarli secondo i settori merceologici. La gestione dei social media rappresenta uno dei metodi di raccolta delle informazioni. L’analisi strategica dei dati consente di migliorare la comunicazione, ottimizzare i processi e organizzare i dati per gruppi di interesse.

  1. Informare e stabilire relazioni con gli utenti attraverso le nuove applicazioni e con tempi e budget ridotti.

Fornire informazioni e servizi in tempo reale, creare sondaggi e live chat su determinati progetti e iniziative, lanciare campagne pubblicitarie (ad campaigns) attivabili solo nelle ore di maggior presenza on line con costi ridotti.

  1. Testare i messaggi.

I social network consentono di testare e ricavare statistiche in tempo reale sui contenuti e i messaggi che più interessano gli utenti e su quali canali o piattaforme preferiscono informarsi e commentare.

 

Fortunato Foschini

Rispondi

FoSpain © 2015 - Castellón de la Plana - Tel. +34 722482460
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: