FoSpain

Enogastronomia Spagna

L’olio di oliva spagnolo conquista gli Stati Uniti con Rafa Nadal “Chef”

Rafael Nadal testimonial olio di oliva spagnolo

Il tennista spagnolo Rafael Nadal insieme con il ministro dell’Agricoltura Isabel García Tejerina e lo chef Marcus Samuelsson Durante nel corso dell’evento Taste of Tennis, NY. (Foto Kena Betancur)

L’olio di oliva spagnolo conquista gli Stati Uniti con Rafa Nadal “Chef

Il ministro dell’Agricoltura, Alimentazione e Medio Ambiente Isabel García Tejerina ha ringraziato il tennista Rafael Nadal per collaborare alla diffusione internazionale dei prodotti agroalimentari spagnoli nel mondo.

Nadal “Chef” per un giorno, affiancato da uno degli chef più famosi del momento Marcus Samuelsson Durante, per promuovere l’olio di oliva spagnolo al “Taste of Tennis”, evento che precede gli US Open di Tennis di New York.

Il tennista Nadal, chef ospite, affiancato da Marcus, il miglior chef della “Grande Mela”, si è esibito in uno show cooking raccontando e cucinando un pesce azzurro con verdure condito ed insaporito con olio extra vergine di oliva. Il tennista confessò che a volte gli piace cucinare. I suoi piatti preferiti sono la pasta e il pesce. Tuttavia, la mamma è la vera cuoca della casa.

Un atto promozionale che rientra nella campagna pubblicitaria di diffusione e conoscenza delle eccellenze agroalimentari spagnole nei mercati internazionali.

Sotto lo slogan << Nati in Spagna, ammirati nel mondo >> con Nadal, tennista iberico tra i più forti della storia del tennis, immagine dell’olio di oliva spagnolo nel mondo.

Campagna pubblicitaria lanciata e patrocinata dal Ministero dell’Agricoltura in collaborazione dell’Interprofessione vinicola, olivicola e dei prodotti del cerdo iberico.

L’olio di oliva spagnolo sempre più componente chiave delle esportazioni alimentari. Nel primo semestre dell’anno le esportazioni sono cresciute del 12,1% per un valore di più di 2000 milioni di euro.

L’olio di oliva è un prodotto che normalmente è consumato per l’80% della produzione mondiale all’interno dell’area dei paesi produttori, quali Spagna, Italia e Grecia. Nonostante questa tendenza, l’ultima decada ha registrato una contrazione della domanda interna a seguito dell’aumento del prezzi di vendita e delle conseguenze della crisi.

Fuori dell’area euro dei paesi non produttori, però, il consumo di olio di oliva delinea il settore olivicolo come uno dei più promettenti in termini di fatturato e di export. Le previsioni sul consumo mondiale dell’olio di oliva sono positive ed in constante aumento. In particolare, tra i paesi non membri del COI (Consiglio Olivicolo Internazionale), gli Stati Uniti registrano una crescita considerevole in termini di consumo. E’ sicuramente importante, in termini di opportunità di espansione, conquistare i mercati internazionali ed in particolare quello statunitense, con 300 milioni di consumatori. Sotto tale prospettiva, il ministro ha sottolineato il ruolo dell’olio di oliva spagnolo come simbolo della marca Spagna, leader indiscusso nella produzione e qualità di questa eccellenza, definita oro liquido e la più idonea per una alimentazione salutista.

Rispondi

FoSpain © 2015 - Castellón de la Plana - Tel. +34 722482460
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: